NEWS
Ottenere il consolidamento dei debiti in una sola rata non è più solo un sogno: Creditexpress Compact di Unicredit Banca - Banca di Roma è la soluzione pensata per chi desidera estinguere i propri debiti in una sola rata, anche quelli che sono attivi su altre banche. Il consolidamento dei debiti è un servizio efficace perchè ti permette di avere una rata singola da rimborsare, di riunire tutti i pagamenti in un solo finanziamento e di poter richiedere una nuova liquidità. L'impegno finanziario mensile diventa solo uno e in questo modo si ottiene sia una sola scadenza che un unico referente con cui comunicare. Creditexpress Compact riunisce tutti i prestiti contratti con altre banche, finanziarie o Poste Italiane: il debito si può rifinanziare e si può avere la disponibilità di un eventuale importo aggiuntivo per liquidità. Quali sono le caratteristiche di Creditexpress Compact di Unicredit? - la cifra richiesta può variare da 3.000 a 50.000 euro - tassa e rata fisse per tutta la durata del prestito - addebito diretto sul conto corrente (rid) - per gli importi da 3.000 a 30.000 euro durata prestito da 36 a 84 mesi, per gli importida 31.000 a 50.000 euro durata prestito da 36 a 120 mesi Creditexpress Compact di Unicredit si rivolge a dipendenti pubblici e privati, pensionati e lavoratori autonomi. L'attivazione del servizio è molto semplice, basta avere la documentazione del reddito (ultima busta paga, cedolino pensione o modello Unico), i documenti relativi al finanziamento sull'altra banca, il codice fiscale, il documento di identità, e, se stranieri, il permesso o la carta di soggiorno. Per maggiori informazioni raggiungere la filiale più vicina e chiedere un appuntamento.

Prestiti

Poste Italiane si avvicina sempre di più all’attività di una vera banca. Ma lo fa in maniera originale e stando al passo con i tempi. La risposta alla crisi di oggi è quella di offrire prestiti senza garanzia, ossia prestiti senza busta paga. Per i possessori della carta nominativa Postepay Evolution, ricaricabile e con codice IBAN che, oltre alle funzionalità della Postepay, permette di gestire in modo semplice e sicuro le principali operazioni di un conto corrente, i clienti potranno chiedere prestiti personali. I Prestiti di Poste Italiane variano dai 750 euro ai 20.000 euro per poter realizzare qualunque tipologia di progetto e l’accredito della somma richiesta e il successivo pagamento delle rate mensili avviene tramite addebito diretto su Postepay. Con la Postepay i clienti accederanno al credito anche se non posseggono un conto corrente bancoposta grazie alla soluzione di prestito personale SpecialCash Postepay pensato proprio per i lavoratori atipici, per chi svolge una collaborazione continuativa o a tempo determinato, per i contratti a progetto o Co.Co.Co., i contratti stagionali e per i soggetti in cassa integrazione. I prestiti Poste Italiane possono essere richiesti presso un qualsiasi sportello del noto istituto. I requisiti da possedere sono: la Postepay sulla quale verrà accreditato il prestito; carta d'Identità; età compresa tra i 18 e 70 anni; tessera sanitaria; certificato di reddito, passaporto e permesso di soggiorno in corso di validità se il richiedente non è cittadino italiano. L'intera somma del capitale erogato viene accreditata nella Postepay, pronta per essere utilizzata in base alle esigenze del soggetto beneficiario. Infine, è previsto un finanziamento suddiviso in 3 scaglioni che viene scelto in sede contrattuale dal cliente, insieme all’impiegato che lo guida, in base alle spese da sostenere e alla somma scelta che varia il piano di ammortamento e gli interessi sull'intera somma.

Prestiti

Introdotto con la Legge 608 del 1996 e attualizzato dal Decreto legislativo 185 del 2000, il prestito d'onore è un finanziamento caratterizzato da particolari condizioni, quali un contributo a fondo perduto e un finanziamento a tasso agevolato, pensato per contrastare la disoccupazione con la formula dell'autoimpiego, attraverso la creazione di microimpresa, il lavoro autonomo e il franchising. Una soluzione di sicuro interesse tra i diversi prestiti personali disponibili sul mercato, in vigore in alcune regioni e dedicata a un target di utenti in possesso di requisiti precisi e vincolanti. Per fare richiesta del prestito d'onore, infatti, bisogna essere maggiorenni, disoccupati e residenti in Italia da almeno sei mesi alla data di presentazione della domanda, che deve essere compilata online sul sito dell'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa (Invitalia) invitalia.it e quindi perfezionata con la spedizione del formato cartaceo della stessa e dei relativi allegati. L'approvazione o il rigetto della richiesta da parte di Invitalia avviene entro sei mesi e in caso di risposta affermativa i beneficiari del prestito d'onore hanno l'obbligo di frequentare i corsi e i seminari formativi organizzati dai distaccamenti regionali dell'Agenzia e di svolgere l'attività finanziata per almeno cinque anni. In particolare, per quanto riguarda la creazione di microimpresa - intesa come "attività imprenditoriale di piccola dimensione in forma di società di persone" - il finanziamento previsto è di massimo 129.114 euro, con un contributo a fondo perduto che il primo anno può arrivare a 12 mila euro e un finanziamento a tasso agevolato per l'avviamento e la gestione dell'attività, e può essere utilizzato per attrezzature, impianti, macchinari, allacciamenti, beni immateriali a utilità pluriennale, ristrutturazione di immobili (10% dell'investimento), materie prime e materiali di consumo, semilavorati e prodotti finiti, costi interni al processo produttivo, utenze e canoni di locazione per immobili, oneri finanziari, prestazioni di garanzie di assicurazione sui beni finanziati, prestazioni di servizi. Nel caso del lavoro autonomo - inteso come "attività di lavoro autonomo in forma di ditta individuale" - sono concessi invece prestiti fino a 25.823 euro, comprendenti un contributo a fondo perduto per gli investimenti iniziali e le spese di gestione del primo anno e un finanziamento a tasso agevolato di massimo 15 mila euro da restituire in 5 anni, da utilizzare per attrezzature, impianti, macchinari e allacciamenti, beni immateriali a utilità pluriennale e ristrutturazione di immobili (10% degli investimenti). Infine, per il franchising - inteso come "persone fisiche o società (di persone o di capitali) di nuova costituzione che intendono avviare un'attività imprenditoriale in franchising, da realizzare con Franchisor convenzionati con l'Agenzia" - il prestito d'onore consiste in un contributo a fondo perduto e in un mutuo a tasso agevolato, entrambi di importo non specificato a priori, ma flessibili in base all'ammontare degli investimenti e delle spese di gestione e delle caratteristiche del mutuo stesso.  

Prestiti

Quando si parla di banche, di mutui o prestiti o di cattivi pagatori e di controlli interbancari è molto facile che si parli di Crif. Ma cos’è il Crif, cosa indica e come funziona veramente? Cos’è il Crif? Sotto il nome di Crif si ‘nasconde’ il gestore del più importante Sistema di Informazioni Creditizie (SIC), meglio noto come EURISC. Il Crif è una società indipendente che conta più di mille lavoratori in Italia e all’estero e il suo compito è quello di fornire informazioni riguardanti crediti e prestiti o mutui, per questo rappresenta un vero punto di riferimento per qualunque istituto bancario o creditizio che voglia  ottenere in modo veloce e semplice informazioni sui clienti che richiedono un prestito. Come funziona il SIC? Il SIC è un vero e proprio archivio informatico in cui sono presenti tutti i dati relativi a finanziamenti richiesti e concessi a privati e imprese. Queste informazioni vengono trasmesse al Crif dalle banche e da tutti gli istituti finanziari che fanno parte di tale sistema: chi aderisce al Crif può in ogni momento consultare le informazioni presenti nel SIC e controllare le credenziali di chi si rivolge loro per contrarre prestiti o mutui. In questo modo, le banche possono sapere prima se i soggetti che hanno richiesto dei prestiti sono affidabili o se sono cattivi pagatori e decidere di conseguenza se permettere loro di accendere il finanziamento richiesto o meno. Il Crif influenza il buon esito di un prestito? Naturalmente le informazioni contenute nel SIC sono state raccolte dalle stesse banche, che possono aver segnalato un soggetto anche come cattivo debitore. All’interno del SIC non sono presenti solo dati negativi ma anche dati riguardanti prestiti che prevedono rimborsi non regolari o rimborsi regolari, oltre a qualsiasi informazione sui prestiti richiesti e concessi dalle banche. Il Crif gestisce tali dati senza dare giudizi o prendere decisioni in merito, infatti si limita semplicemente a riportare le informazioni richieste: saranno poi proprio le banche, basandosi sui documenti ottenuti, a prendere le dovute decisioni sulla concessione o meno dei mutui a chi li abbia richiesti. Gli eventuali debiti e la storia creditizia di un soggetto, infatti, possono non essere i soli fattori importanti da prendere in considerazione: per gli istituti finanziari sono importanti anche altre informazioni, esterne al SIC, che possono aiutare maggiormente nella decisione di erogare o meno il credito. Per esempio, fattori importanti per le banche sono rappresentati  dal reddito personale dei richiedenti i prestiti, il patrimonio disponibile degli stessi e l’esistenza di eventuali protesti.

Finanziamenti

Un prestito per finanziare le vacanze estive? Può sembrare un paradosso, ma stando a quanto riporta un'indagine condotta da Finmutui.it la domanda è in crescita ed è passata in 12 mesi dallo 0,70% allo 0,85%. Una tendenza che interessa tutta l'Italia, da Nord a Sud, e che se da un lato conferma il periodo di grave crisi attraversato dal Belpaese, dall'altro indica una nuova scala di priorità, con gli italiani che scelgono di investire sul proprio benessere per 'ricaricare' le pile e affrontare con rinnovata energia lavoro e quotidianità. Ma a chi rivolgersi per ottenere i prestiti vacanze, solitamente caratterizzati da importi inferiori a 10 mila euro (che in alcuni casi, come soggiorni prolungati all'estero per studiare una lingua straniera, possono arrivare fino a 30 mila), tasso di interesse al di sotto del 7% e durata variabile da 12 a 60 mesi (con istituti che offrono una rateazione fino a 84 per finanziamenti superiori a 15 mila euro)? Tra le diverse offerte per l'Estate 2014, sono senza dubbio interessanti quelle proposte da Agos Ducato, Findomestic e Consel. Indiscussi protagonisti del settore dei finanziamenti, i tre gruppi propongono ai clienti una serie di soluzioni semplici, veloci, sicure e convenienti. Per quanto riguarda Agos Ducato, il finanziamento per l'estate 2014 è un grande classico dell'istituto, ovvero Duttilio: richiedibile online, una volta approvato permette di ottenere la cifra desiderata in 48 ore e presenta le opzioni salta e/o cambia la rata e varia la durata. Da Findomestic, invece, fino al 28 luglio è possibile sfruttare la promozione Offerta Flash, pensata appositamente per rispondere alle esigenze legate alle vacanze, mentre affidandosi a Consel si può optare per un prestito personale veloce, flessibile e dedicato a quanti hanno bisogno di piccoli importi. Nello specifico, considerando una richiesta di 5 mila euro da restituire in 60 mesi, con Duttilio di Agos Ducato la rata è 97,40 euro, il Tan 5,91% e il Taeg 7,61% , con l' Offerta Flash Findomestic invece la rata è 107,40 euro, il Tan fisso 10,47% e il Taeg 10,98% e con Consel la rata è di 98,42 euro, il Tan 6,75% e il Taeg 7,11% >.

Prestiti

I prodotti finanziari di Agos Ducato sono pensati su misura per i clienti Ing Direct che necessitano di un prestito personale per acquistare beni o servizi non strumentali per la propria attività professionale. L'ente fornisce il credito ai consumatori (persone fisiche) finanziando la somma richiesta. Dopo aver fatto domanda e dopo aver ottenuto l'accettazione, l'istituto erogante concede il prestito prevedendo una modalità di recupero con rate mensili pianificate. Questo prodotto proposto da Agos Ducato è un prestito online e non finalizzato, perciò il cliente non è tenuto a utilizzare l'importo per un acquisto in particolare ma può usufruire della somma senza dover presentare giustificativi, preventivi di spesa o maggiori informazioni sul bene o sul servizio: il prestito è fornito senza vincolo di destinazione. Il prodotto finanziario Agos è stato personalizzato per quei clienti Ing Direct che necessitano di disporre di una somma che va da 3.000 a 30.000 euro e che ritengono di rientrare dal prestito in un periodo variabile tra 12 a 84 mesi. Importo e durata sono facilmente combinabili per aiutare il cliente a sostenere ogni esigenza specifica. Non solo! Per ben tre volte è possibile saltare la rata posticipando il pagamento oppure cambiarne l’importo. Richiedi il prestito direttamente dalla tua Area Riservata Ing Direct: massima trasparenza, zero condizioni nascoste, moltissimi vantaggi.

Prestiti

Un prestito che permette di andare in vacanza senza pensare alla rata per un mese e un altro che consente di realizzare i lavori di ristrutturazione che si desidera fare da tempo: Compass e Mediolanum rispondono alle esigenze degli italiani con due soluzioni di finanziamento sicure, convenienti e flessibili, nate da una lunga e consolidata esperienza nel settore da parte di entrambi i Gruppi. Compass LibeRata è la novità che la società di credito al consumo del gruppo bancario Mediobanca propone ai nuovi clienti per il 2014: un prestito che permette di ottenere da 5.000 a 30.000 euro e di rimborsarlo in 24, 36, 48, 60, 72 o 84 mesi, saltando ogni anno la rata estiva (agosto). Un finanziamento che come tutti i prestiti Compass è caratterizzato da Tan e Taeg competitivi (da 10,14 e 12,94 per 24 mesi a 9,86 e 11,23 per 84) e presenta costi ridotti al minimo, ovvero 120 euro di ommissione finanziaria, 1 euro a rata per incasso e gestione pratica, 16 euro di imposta di bollo applicata al contratto richiesta con prima rata e 2,56 euro di comunicazione periodica con bollo (una volta all'anno minimo). Mediolanum Riparti Italia, invece, è la proposta del Gruppo Mediolanum pensata per "finanziare la ristrutturazione di un immobile ad uso residenziale, sulla base del progetto dei lavori di ristrutturazione", usufruendo di condizioni vantaggiose. Mediolanum Riparti Italia infatti consente di ottenere un importo compreso tra 4.000 e 100.000 euro e di restituirlo da un minimo di 18 a un massimo di 120 rate, con un Tan "calcolato sulla base del patrimonio: spread + Euribor a 3 mesi". Due promozioni di sicuro interesse per nuovi e vecchi clienti - Mediolanum Riparti Italia è dedicato a "tutti i titolari di un conto corrente, da almeno 6 mesi, presso Banca Mediolanum S.p.A. che presentino alla data di richiesta un patrimonio investito in prodotti del risparmio gestito distribuiti da Banca Mediolanum e/o titoli in deposito a custodia presso Banca Mediolanum S.p.A. per un importo superiore a 5.000" - che consentono di guardare con fiducia al futuro, fare progetti e, perché no, concedersi una vacanza senza pensieri.

Prestiti

Per tutti coloro che sono in cerca di un prestito veloce, semplice, trasparente e garantito, Deutsche Bank mette a disposizione un ampio ventaglio di soluzioni, pensate per soddisfare tante esigenze diverse. Dai finanziamenti per ottenere liquidità a quelli per acquistare l'auto o la moto, arredare o ristrutturare casa, affrontare spese sanitarie o fare una vacanza, la banca tedesca è dalla parte dei clienti, con una serie di prestiti personalizzati sulle necessità e il profilo dei richiedenti. In particolare, db PrestiComfort è dedicato ai titolari di un conto corrente Deutsche Bank e permette di ottenere "sul conto corrente entro poche ore dall'approvazione" importi fino a 30 mila euro, semplicemente con l'ultima busta paga o il cedolino della pensione. Flessibile grazie alla possibilità di scegliere una rateazione che può arrivare a 120 mesi, db PrestiComfort può essere richiesto presso gli sportelli del Gruppo e prevede anche la possibilità - "con una piccola somma aggiuntiva" - di sottoscrivere una polizza assicurativa che, in caso di malattia o perdita del lavoro, garantisce "l'estinzione del finanziamento o il pagamento delle rate" al posto del contraente. db Money invece è un nuovo prestito dedicato appositamente da Deutsche Bank alle persone fisiche, ovvero "lavoratori dipendenti, pensionati, commercianti, artigiani, imprenditori, liberi professionisti", titolari di un conto corrente presso il Gruppo da almeno 6 mesi. Caratterizzato da importi fino a 50 mila euro, db Money può essere scelto nella formula a tasso variabile (con durata da 19 a 60 mesi) o fisso (con durata di 60 mesi), e finanziare "qualsiasi tipo di spesa o di acquisto", anche il ripristino di liquidità, "senza necessità di alcun giustificativo". Infine, della proposta di prestiti personali di Deutsche Bank fa parte db RataSmart, un finanziamento che mette a disposizione fino a 30 mila euro da restituire anche in 120 rate mensili, pensato per raggruppare "eventuali impegni finanziari, anche presso altre banche" e per "abbassare l'importo della rata complessiva".

Prestiti

Agos Ducato, "società finanziaria leader in Italia nel settore da oltre vent'anni", è da sempre attenta alle esigenze dei clienti, che sa essere diverse in base a molti fattori differenti, non ultimo il periodo della vita che si trovano ad attraversare. Per questo, nella sua offerta di prestiti personali include anche quelli pensati specificatamente per le coppie: che vogliono sposarsi e mettere su casa, oppure ristrutturare il loro nido d'amore, oppure ancora attrezzarsi per accogliere un bebè. Necessità differenti, alle quali Agos risponde proponendo le tre soluzioni di finanziamento Duttilio, Piccolo prestito ricaricabile e Consolidamento. Duttilio è il prestito flessibile di Agos Ducato che permette di richiedere da 2.750 a 30.000 euro e di restituirli con una rateazione compresa tra 12 e 120 mesi, con la possibilità di "saltare la rata del finanziamento, posticipandone il rimborso" oppure di modificarla e, eventualmente, di estinguere anticipatamente il montante residuo senza dover pagare alcuna penale. Una soluzione perfetta per le coppie che hanno bisogno di liquidità per affrontare le spese di un matrimonio o per acquistare o ristrutturare casa. Piccolo prestito ricaricabile, anche noto come Conto PIM (Personal Instant Money), è invece una vera e propria linea di credito che permette di fruire di cifre fino a 3.100 euro entro 48 ore dall'approvazione della richiesta e di restituire l'importo in comode rate mensili, senza costi fissi nè spese aggiuntive. L'ideale per l'acquisto di nuovi elettrodomestici o dei mobili per la cameretta del bebè in arrivo. Consolidamento, infine, è la formula di Agos Ducato per fare confluire eventuali prestiti precedenti in un unico finanziamento, così da non dover impazzire dietro alle scadenze, con il rischio (costoso) di dimenticarne qualcuna. Con Consolidamento di Agos, infatti, la rata mensile diventa una sola, così come il tasso (TAN), "unico e bloccato per tutta la durata", che può arrivare fino a 120 mesi. La risposta per le coppie che vogliono cambiare casa e/o procedere a lavori di ristrutturazione per accogliere un bebè e hanno in piedi un precedente mutuo o altri finanziamenti.

Prestiti

Cerchiamo di fare chiarezza sul cosiddetto Bonus bebè 2014, di cui si fa un gran parlare su internet e contenuto nella Legge di stabilità, ma di cui mancano informazioni certe e dettagli, questo perché il Consiglio dei Ministri non ha ancora emanato un nuovo decreto in materia. Attivo fino al 31 dicembre 2013, il Bonus bebè si concretizzava in prestiti personali a tasso agevolato, erogati alle famiglie per i figli nuovi nati o adottati. Nel 2014 non si sa bene cosa accadrà a questo prestito, a quanto leggiamo proprio sul sito ufficiale www.fondonuovinati.it. Da una parte è confermata l'esistenza di un nuovo fondo attivo dal 1 gennaio 2014, con uno stanziamento di 30 milioni di euro per la famiglie: "Una nuova misura, più immediata e diretta, a favore della famiglia è quella contenuta nel Fondo per i nuovi nati previsto, per tutto l’anno 2014, dalla Legge di stabilità (legge 27 dicembre 2013, n. 147- articolo 1 comma 201)". Allo stesso tempo, però, le famiglie italiane devono rimanere ancora in attesa del decreto che illustri le linee guida dei nuovi prestiti personali: "Il nuovo Fondo sarà attivo grazie ad un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, all’interno del quale saranno stabiliti e chiariti i criteri per l’erogazione dei contributi nei limiti delle disponibilità". Chi ha richiesto il prestito a tasso agevolato alle banche aderenti al Bonus bebè entro il 31 dicembre 2013 rientra nella vecchia legislazione, quindi le domande saranno vagliate ed elaborate secondo la precedente legge.

Prestiti

Fiditalia, marchio del Gruppo Société Générale, è una realtà specializzata nel credito al consumo, mercato dove è attiva da oltre 30 anni. "Multiprodotto" e "multicanale", Fiditalia aiuta le famiglie italiane a fare fronte a spese impreviste e a realizzare i proprio progetti attraverso una serie di soluzioni differenti, che spaziano dai prestiti personali alla cessione del quinto dello stipendio. Nella prima categoria rientrano tre proposte di finanziamenti che per caratteristiche e condizioni si collocano tra le più competitive del settore: Multipremia, Fidiamo e Un1ka infatti sono pensate non solo per offrire una risposta veloce, semplice e concreta a un'esigenza di denaro, ma anche per risparmiare sulle spese di attivazione/commissione e sul tasso di interesse. Scendendo nello specifico, Multipremia è un prestito che premia (nomen omen) "la puntualità nei rimborsi, abbassando nel tempo l'importo della rata". Se si è puntuali e regolari nel restituire le rate, insomma, Multipremia "diventa sempre più conveniente", permettendo di abbassare il tasso di interesse fino al 4,95%. Pensato per importi da 3.000 a 30.000 euro, per una durata compresa tra 36 a 84 mesi, Multipremia può essere richiesto da dipendenti con contratto a tempo indeterminato e determinato e da lavoratori autonomi di età compresa tra 18 e 72 anni. Analoghe condizioni valgono anche per i prestiti della serie Fidiamo: pure in questo caso la somma erogata è compresa tra 3.000 e 30.000 euro, ma diversamente da Multipremia il rimborso può essere effettuato da un minimo di 24 a un massimo di 84 mesi. Il tasso è fisso e al più del 10,90% e la richiesta può essere effettuata semplicemente presentando un documento d'identità o di riconoscimento in corso di validità (la carta di soggiorno per gli stranieri), il codice fiscale/tessera sanitaria, un documento di reddito (3 buste paga, CUD, cedolino della pensione, dichiarazione dei redditi) e un'utenza fissa intestata. Da ultimo, Fiditalia propone ai clienti che hanno già in essere altri finanziamenti il prestito Un1ka, che come dice il nome stesso li sostituisce e "permette di richiedere nuova liquidità e di versare un'unica rata al mese". L'importo e la durata min/max sono uguali a quelli di Fidiamo, così come i documenti necessari per fare richiesta, mentre il tasso massimo è pari al 9,90%.

Prestiti