NEWS
Carte di credito più economiche, come sceglierle
Scritto il 2014-06-05 da Gaetano Scavuzzo su Carte di credito

Fonte: soldioggi.it

Tra le necessità di chi si appresta a scegliere una nuova carta di credito, anche da parte di chi non è più soddisfatto di quella avuta finora, c’è senza dubbio il basso costo di gestione. Le spese che ogni possessore deve pagare all’istituto di credito, al di là dell’utilizzo della carta di credito stessa, sono il principale criterio di scelta. La gran parte delle carte di credito si suddividono principalmente su due grandi circuiti finanziari, Visa da una parte e Mastercard dall’altra.

Oltre ai costi di gestione per scegliere in maniera consapevole la migliore carta di credito per le proprie esigenze bisogna considerare anche altri costi, come quelli relativi all’emissione o all’apertura. Inoltre non bisogna dimenticare di prendere in considerazione anche le commissioni, che possono essere fisse o variabili, che possono venire applicate quando si effettuano degli acquisti, anche online, o dei prelievi bancomat in uno sportello di una banca differente a quella che ha emesso la carta di credito. Altro costo da sostenere è quello relativo all’imposta di bollo, necessaria per tutte le comunicazioni ed estratti conto, inoltre diversi istituti di credito prevedono commissioni aggiuntive sul cambio per acquisti fatti fuori dai Paesi UE e costi per il blocco della carta in caso di furto o smarrimento.

La carta di credito può essere prepagata, a saldo e revolving. La prima viene ricaricata a seconda delle esigenze e può non essere collegata a un conto corrente, solitamente ha dei bassi costi di gestione, ma attenzioni ai costi per la sua ricarica. La carta di credito a saldo è quella legata al conto corrente con le spese della carta che vengono addebitate direttamente sul conto. Infine ci sono le carte di credito revolving, a metà tra il prestito e la carta di credito, che consentono di spendere importi maggiori alla disponibilità del conto corrente. Per quest'ultimo tipo di carta di credito ci sono da considerare gli eventuali costi relativi agli interessi passivi sul denaro avuto in prestito.

Foto
Articoli Correlati
Il cash ha le ore contate. Con il Centro Servizi Interbancario per la Monetica e Istituto di Pagamento Ibrido del Gruppo Bassilichi, Moneynet, infatti, le attività commerciali e i liberi professionisti hanno la possibilità di effettuare trasferimenti di denaro e accettare pagamenti con carte di credito, di debito e prepagate attraverso un terminale fisico (POS) o sul proprio sito web, in modo sicuro, veloce e trasparente. I vantaggi? Tantissimi. I clienti possono fare acquisti in piena libertà, perché hanno la comodità di utilizzare la moneta elettronica, e questo si ripercuote positivamente in termini di fidelizzazione e incremento di fatturato sugli esercenti. Da parte loro, i commercianti hanno un maggior controllo sulla propria attività, oltre a una serie di servizi innovativi e all'avanguardia. Moneynet infatti mette a disposizione degli affiliati know how tecnico specialistico e un customer service efficiente e puntuale, che comprende assistenza telefonica immediata e gratuita tramite numero verde e assistenza on site gratuita con intervento entro 8 ore lavorative, riparazione e ricondizionamento delle apparecchiature, vendita di accessori e materiali di consumo e possibilità di ricevere gratuitamente via e-mail una reportistica giornaliera con il dettaglio delle transazioni del POS. "Stiamo investendo molte risorse ed energie nella nostra piattaforma tecnologica in grado di fornire servizi a valore aggiunto che testimoniano le nostre elevate competenze e la nostra capacità d’innovazione nella Monetica", ha dichiarato Marco Di Cosimo, Amministratore Delegato di Moneynet, ribadendo la volontà di migliorare ulteriormente e ampliare il già ricco pacchetto di servizi disponibili sulla rete POS e web: Money Transfer, Gift Card, Loyalty, Borsellino Elettronico, Money Transfer, Gestione Contabile Incasso Buoni Pasto, Ricariche telefoniche e tecnologiche. In un mercato sempre più complesso e competitivo come quello dei sistemi di pagamento elettronico, infatti, Moneynet occupa un ruolo da protagonista, grazie a un'esperienza più che ventennale e a un know how tecnologico all'avanguardia per quanto concerne la gestione e il controllo dei pagamenti elettronici su EFT/POS e POS virtuali per l'e-commerce attraverso i principali circuiti nazionali e internazionali delle carte di credito e debito. Moneynet dunque è la risposta per le piccole e medie imprese in cerca di un sistema di pagamento dall'elevata sicurezza, che riduce i rischi relativi a banconote false, assegni scoperti, eventuali rapine e problematiche di antiriciclaggio, mette rapidamente a disposizione le somme accreditate grazie alle modalità di accredito giornaliero, a condizioni sul transato vantaggiose e trasparenti e permette di monitorare gli incassi tramite POS. Per maggiori informazioni sull'attività di Moneynet è possibile visitare il sito moneynet.it, mentre su byebyecash.moneynet.it è presente un approfondimento relativo al servizio POS offerto dall'azienda e il divertente video qui sotto, da guardare e condividere per diffondere la cultura - dagli indiscutibili vantaggi - dei pagamenti con moneta elettronica. Sponsored by Moneynet

Denaro - Comunicablog

Nell'attualità sempre più utenti vanno alla ricerca del risparmio e quindi si informano sulle tariffe di consumo energetico più vantaggiose, per non ritrovarsi ad affrontare spese delle bollette salatissime. A questo proposito, il colosso di Eni che opera nel mercato del gas e della luce da moltissimi anni, ha pensato ad un'apposita tariffa da proporre ai consumatori, che si chiama SottoControllo e permette di risparmiare sulla tariffa del gas e sulla tariffa della luce o una delle due soltanto, a seconda delle esigenze di un cittadino. Tariffa SottoControllo: come funziona? Si tratta di una spesa fissa e non soggetta a variazioni che per le tariffe gas e luce rimane bloccata per un biennio. La cifra per due anni non sarà soggetta ad alcun tipo di variazione permettendo così un notevole risparmio. Nel caso in cui i mercati facciano un ribasso delle quotazioni, allora la cifra pattuita potrà addirittura diminuire ma, nel caso contrario in cui le quotazioni dovessero alzarsi, la tariffa rimane bloccata. Tariffa SottoControllo: come aderire? Si può fare domanda fino al 19 luglio 2015 e preferibilmente online. Questa modalità è preferibile perché attraverso il web è anche possibile monitorare la propria situazione in qualsiasi momento, avendo continuamente a disposizione la possibilità di guardare la propria situazione. Eni inoltre con la sua App specifica sempre aggiornata e una tecnologia efficiente, garantisce sempre la maggiore assistenza possibile. Ulteriori vantaggi In seguito ad aver letto ogni informazione relativa alla tariffa che consente di risparmiare di SottoControllo di Eni e dopo aver deciso di aderire, se si sceglie la modalità di pagamento collegando il proprio conto corrente, l'utente andrà incontro nuovamente ad un ulteriore risparmio. Potrà, infatti, usufruire di un ulteriore sconto domiciliazione del 5% sui corrispettivi sia del gas che della luce o di uno dei due, dipende da cosa si è stipulato al momento del contratto, in ogni caso il risparmio è garantito.

Denaro - Comunicablog