NEWS
Rc Auto: boom delle assicurazioni online
Scritto il 2012-04-07 da francescom su Assicurazioni

Fonte: www.prestitiassicurazioni.com

Quelle cosiddette "classiche" non sembrano più andare molto di moda. Padrone del mercato rc auto, di oggi ma soprattutto del futuro, sono ormai le assicurazioni online e telefoniche, che secondo i dati forniti recentemente dall'Associazione Italiana Broker Assicurativi (AIBA) sono aumentate dell'11,9% rispetto all'anno precedente, con un premio medio pari a 610 euro.

Del resto ormai è da tutti assodato come il risparmio fornito da un'assicurazione "diretta" sia notevole, e non a caso, nonostante le rispettive tariffe siano aumentate mediamente di quasi il 12%, la maggior parte degli automobilisti ne fa domanda, prova del fatto che rimangono notevolmente più convenienti di quelle tradizionali.

Il vero e proprio boom del settore, però, è previsto per il 2017: tutte le previsioni indicano infatti il prossimo avvento di una crescita esponenziale delle compagnie dirette, che porterà il numero di polizze sottoscritte mediante un preventivo online dai 2,7 milioni dell'anno passato a ben 9,1 milioni. La speranza è che l'incremento del mercato e della concorrenza, oltre alla prevedibile, almeno in parte, cannibalizzazione delle rc tradizionali, porti anche, nei prossimi anni,  a prezzi maggiormente competitivi.

Nata a gennaio 2014 dalla fusione per incorporazione in Fondiaria-Sai di Unipol Assicurazioni, Milano Assicurazioni e Premafin, UnipolSai è la seconda compagnia assicurativa nazionale per raccolta complessiva e occupa una posizione di leadership nel settore delle polizze Danni, in particolare nell'R.C. Auto. Un primato consolidato anno dopo anno e confermato da una serie di iniziative a favore dei clienti, come la campagna polizza auto a tasso zero. Lanciata a luglio 2013, la promozione ha riscosso un grande successo, con oltre 500 mila contratti stipulati e un tasso di crescita di circa 50 mila sottoscrizioni al mese, ragione per cui UnipolSai ha deciso di prorogarla fino al 31 dicembre 2014, con il dichiarato obiettivo di fidelizzare i vecchi clienti e di acquisirne di nuovi. La campagna polizza auto a tasso zero è rivolta infatti sia a chi ha già in essere un'assicurazione che a chi desidera stipularla ex novo. Nel primo caso il finanziamento è concesso per assicurazioni a frazionamento annuale e semestrale e prevede, rispettivamente, 11 e 10 (5 per ogni semestre) rate mensili. L'importo minimo finanziabile è di 330 per le polizze annuali e di 300 per quelle semestrali, mentre il massimo è di 2.500 euro per le persone fisiche e di 5 mila euro per le persone giuridiche. Nel caso di nuovi clienti, invece, il finanziamento è concesso solo per polizze con frazionamento semestrale: le rate sono 5 a semestre e l'importo finanziabile minimo e massimo è pari, rispettivamente, a 300 euro e 2.500 (persone fisiche) e 5 mila euro (persone giuridiche). In tutte e due le opzioni, il grande vantaggio della polizza auto a tasso zero UnipolSai è che TAN e TAEG sono effettivamente pari a zero: il cliente restituisce "esattamente l'importo finanziato, corrispondente al premio annuale o semestrale di polizza", in quanto "tutti gli oneri finanziari e le spese dell'operazione di finanziamento sono a carico di UnipolSai fino alla prima scadenza annuale di polizza". Il finanziamento è erogato tramite Finitalia S.p.A., previa approvazione, ed è accordato fino al 75° anno di età oppure a "soggetti di età superiore, richiedendo la fidejussione di un familiare convivente o terzo garante, di età inferiore a 70 anni". Per maggiori informazioni e per un preventivo personalizzato è possibile consultare il sito polizzatassozero.it, dove sono presenti appositi simulatori di rata e una sezione dedicata alle condizioni dell'offerta e alle FAQ.

Risparmio e investimenti - Finanzainmente

Da qualche giorno circola in rete la notizia che il senatore Ermes Maiolica del Movimento 5 Stelle sarebbe riuscito a far passare in commissione di bilancio una legge molto importante per tutti gli automobilisti: dal 2015, infatti, dovrebbe scattare l'obbligo del limite di 150 euro per la RC Auto. La legge sarebbe datata 1978 e mai applicata: le compagnie assicurative dovrebbero essere portate a rispettare il limite per la responsabilità civile verso terzi previsto dalla legge 180 (G.U.. 990 del 24 dicembre 1969) e dell’art. 2054 del C.C. Bufala o verità? Il senatore M5S sarebbe riuscito anche ad abrogare l’esclusiva per i contratti assicurativi (di dieci anni), a togliere le spese a carico del cliente in caso di cambio assicurazione e l’esclusiva degli agenti assicurativi monomandatari. Il mercato della distribuzione assicurativa si sta aprendo o è solo frutto di una notizia falsa divulgata in rete? Sarebbe una vera svolta che le disparità legate all'età, all'area geografica, alla tipologia di veicolo e agli anni di conseguimento della patente sparissero dall'anno prossimo, e sarebbe altrettanto auspicabile che i continui aumenti si placassero. Purtroppo al momento l'unica certezza è che nel 2015 e tasse automobilistiche subiranno un rialzo (massimo del 12%) previsto dalla riforma della Pubblica Amministrazione e motivato dalla creazione dell'archivio unico su tutti i veicoli in circolazione.

Risparmio e investimenti - Finanzainmente

FINANZAINMENTE
NEWS