NEWS
Rc Auto: boom delle assicurazioni online
Scritto il 2012-04-07 da francescom su Assicurazioni

Fonte: www.prestitiassicurazioni.com

Quelle cosiddette "classiche" non sembrano più andare molto di moda. Padrone del mercato rc auto, di oggi ma soprattutto del futuro, sono ormai le assicurazioni online e telefoniche, che secondo i dati forniti recentemente dall'Associazione Italiana Broker Assicurativi (AIBA) sono aumentate dell'11,9% rispetto all'anno precedente, con un premio medio pari a 610 euro.

Del resto ormai è da tutti assodato come il risparmio fornito da un'assicurazione "diretta" sia notevole, e non a caso, nonostante le rispettive tariffe siano aumentate mediamente di quasi il 12%, la maggior parte degli automobilisti ne fa domanda, prova del fatto che rimangono notevolmente più convenienti di quelle tradizionali.

Compagnia Valutazione Calcolatore Scheda

valutazionevalutazionevalutazionevalutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda Allianz1
logo_genertel[1]

valutazionevalutazionevalutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda Genertel
Supermoney

valutazionevalutazionevalutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda Supermoney
Zurich Connect

valutazionevalutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda Zurich Connect
6Sicuro

valutazionevalutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda 6Sicuro
ComparameglioLogo800[1]

valutazionevalutazione

Bottone%20preventivo
Scheda ComparaMeglio

Il vero e proprio boom del settore, però, è previsto per il 2017: tutte le previsioni indicano infatti il prossimo avvento di una crescita esponenziale delle compagnie dirette, che porterà il numero di polizze sottoscritte mediante un preventivo online dai 2,7 milioni dell'anno passato a ben 9,1 milioni. La speranza è che l'incremento del mercato e della concorrenza, oltre alla prevedibile, almeno in parte, cannibalizzazione delle rc tradizionali, porti anche, nei prossimi anni,  a prezzi maggiormente competitivi.

Farmacie, professioni ed rc auto fra i settori liberalizzati. L'Aula della Camera ha approvato il ddl Concorrenza. Il testo, approvato a Montecitorio con 269 voti a favore, 168 contrari e 23 astenuti, passa al Senato. E' la prima legge annuale sulla concorrenza comincia a rimuovere alcuni ostacoli al mercato, andando incontro alle esigenze dei consumatori, ma, denunciano le opposizioni, deve ancora fare i conti con i paletti e i freni delle lobby. Tanti i settori coinvolti dal provvedimento che ha concluso il primo passaggio parlamentare alla Camera e ora passa al Senato. Dalle farmacie ai professionisti (avvocati, notai e ingegneri), dal turismo alle assicurazioni, dalla posta all'energia. C'è chi vince, chi perde e chi ha accettato delle mediazioni. STOP A PARAFARMACIE, NON POTRANNO VENDERE MEDICINALI FASCIA C: Nessuna liberalizzazione per i farmaci non salvavita e a carico dei cittadini che non potranno essere venduti nelle parafarmacie e nei corner dei supermercati, ma resteranno esclusivamente nelle farmacie. Le novità in questo settore riguardano invece il via libera alle società di capitali che potranno diventare titolari delle farmacie, con l'unico limite di non avere tra i soci medici, informatori scientifici e produttori di farmaci. "Sostenere l'ingresso nella proprietà delle farmacie di chi non è farmacista significa umiliare e negare la professione alla maggioranza dei farmacisti laureati", commenta Davide Gullotta, presidente della Federazione nazionale parafarmacie italiane. Apprezzamento e soddisfazione arriva invece da Federfarma, "la Camera ha riconosciuto il valore sociale e sanitario della farmacia e la necessita' di far prevalere la tutela della salute dei cittadini". TURISMO, ELIMINATO IL 'PARITY RATE' PER GLI ALBERGHI: aumenta la concorrenza tra le imprese turistiche offline e online. Gli alberghi potranno offrire le proprie strutture a prezzi più bassi rispetto a quelli dei portali online. Saranno infatti nulle le clausole di 'parity rate' che vincolavano precedentemente le imprese turistiche locali ai colossi del web. Una decisione "che da' ragione al mercato e al buon senso", secondo Federalberghi. Si tratta invece di "un danno per i consumatori, ma soprattutto per i piccoli alberghi" e di "una scelta contro il mercato unico digitale", per Booking.com. OK A SOCIETA' AVVOCATI, MA 2/3 DI PROFESSIONISTI: Il capitolo si apre con l'ok all'esercizio della professione forense anche per le società di persone, capitali e cooperative. Ad una condizione: il numero dei soci professionisti e la loro partecipazione al capitale sociale deve determinare la maggioranza di due terzi. Il Consiglio nazionale forense collaborerà con il Mise "allo studio di soluzioni riguardanti l'avvocatura volte a risolvere eventuali criticità". L'Associazione nazionale avvocati italiani ritiene invece che la presenza di soci di capitale non professionisti "finirà per eludere la normativa tassativa sulla libera professione di avvocato introducendo strumenti elusivi che finiranno per favorire grandi soci di capitali". AUMENTANO I NOTAI, SALTA LA PORTABILITA' DEI FONDI PENSIONE: i notai restano indispensabili anche per gli acquisti di minor valore. Gli avvocati infatti non potranno autenticare gli atti di compravendita di immobili non residenziali (non case quindi, ma box e negozi) dal valore inferiore ai 100 mila euro. Inoltre, ci sarà un notaio ogni 5.000 abitanti e non più ogni 7.000. Salta invece la portabilità dei fondi pensione: previsto però un tavolo di confronto per avviare un processo di riforma del settore. RC AUTO, PIU' SCONTI PER VIRTUOSI AL SUD: polizze più convenienti per chi monta la 'scatola nera' e per gli assicurati virtuosi, specialmente al sud. "I cittadini onesti, e in modo speciale quelli del Sud che fino a ora sono stati i più penalizzati, verranno premiati e non più bastonati". Commenta la relatrice del provvedimento alla Camera, Silvia Fregolent (Pd), spiegando che chi fa incidenti per 5 anni consecutivi e accetta l'installazione della scatola nera, pagherà una tariffa inferiore alla media italiana. L'Ania avverte, con alcune misure del provvedimento "si rischia un aumento del costo dei risarcimenti con un inevitabile aumento del prezzo delle polizze". POSTE, SLITTA AL 2017 LO STOP AL MONOPOLIO NOTIFICHE: Le Poste non saranno più le uniche a poter inviare multe e notifiche giudiziarie. L'aula ha però rinviato dal 10 giugno del 2016 al 10 giugno del 2017 la fine di questo monopolio. Una decisione che per Fise Are, l'associazione degli operatori postali privati di Confindustria, farà sì che "l'Italia resti ancora fanalino di coda per la liberalizzazione del settore postale". ENERGIA, ADDIO A MAGGIOR TUTELA DAL 2018: Il passaggio al mercato non tutelato del gas e dell'energia elettrica previsto per il 2018 sarà graduale. Intanto, il Mise si occuperà di verificare le condizioni per la liberalizzazione e grazie a un 'preventivatore' online sarà possibile confrontare le offerte dei diversi operatori. ANSA.it

Imprese - Lobbyingitalia

L'assicurazione di Genertel per la casa permette di assicurare case singole ed appartamenti, che siano di proprietà oppure in affitto, sia che si tratti di prima casa ma anche di seconda casa, anche senza mutuo.. Ci sono varie soluzioni assicurative, tutte personalizzate secondo i bisogni e le condizioni dei singoli potenziali clienti, con la possibilità di pagare la polizza casa anche con delle rate mensili davvero economiche, a partire da 10 euro al mese, anche per chi preferisce utlizzare una con carta di credito (non prepagata).   La proposta adatta a chi vuole una polizza casa ma non vuole pagare subito Per molti clienti un'esigenza primaria è quella di pagare piccole cifre nel tempo, bisogno che Genertel soddisfa offrendo la possibilità di acquistare una polizza casa anche in comode rate, con carta di credito non prepagata. È inoltre possibile tutelarsi da vari e spiacevoli eventi con pochi euro al mese, scegliendo una assicurazione casa Quality Home o Formula Mutuo. Genertel Qality Home L’assicurazione su misura con garanzie personalizzate e pagamento mensile: questa polizza comprende anche un'innovativa garanzia che protegge la casa anche da alluvioni, inondazioni e terremoto e per i danni causati dagli eventi naturali. La copertura si estende anche ai danni all’abitazione, ai mobili e agli elettrodomestici. In questo caso la franchigia decresce nel tempo, anno dopo anno, fino ad azzerarsi in assenza di sinistri con il bonus protezione rinnovo. L'entità del risarcimento è calcolato a primo rischio assoluto, così da non applicare la regola proporzionale che si usa solitamente, ma l'utente viene risarcito completamente dell'importo del danno fino al massimale indicato in polizza. Genertel Formula Mutuo Per le case acquistate con mutuo Genertel offre la possibilità di pagare in piccole rate quadrimestrali, con carta di credito non prepagata. Oltre alle rate basterà pagare il premio solo il primo anno ed in più è compresa anche in questo caso la protezione per vari imprevisti, come la garanzia Incendio/esplosione/scoppio del prodotto. Il risarcimento si applica in caso di danni materiali e diretti al fabbricato assicurato causati da incendi, esplosioni, implosioni e scoppio, ma anche atti vandalici, eventi atmosferici e fulmini. Anche in questo caso il risarcimento del danno è completo. In caso di sinistro, infatti, il risarcimento è calcolato a primo rischio assoluto. Online è possibile trovare tutte le informazioni sulle polizze assicurative di Genertel, così come è possibile richiedere un preventivo online e capire quale soluzione sia la più adatta alle proprie esigenze.

Risparmio e investimenti - Finanzainmente

In un momento storico finanziario così fragile e particolare, l'economia ne risente in moltissimi campi. Uno su tutti che ha raggiunto molte difficoltà da parte dei cittadini è quello dell'assicurazione auto. Soprattutto al sud (secondo le ultime indagini di mercato), almeno un contribuente su tre sceglie di non rinnovare la propria polizza, lasciando fermo il proprio veicolo nel garage o comunque non usandolo. Per non ritrovarsi ad avere brutte sorprese non sapendo di un tacito rinnovo, un cittadino ovviamente prima di firmare una polizza auto deve informarsi accuratamente. Di seguito qualche consiglio su come disdire l'assicurazione auto per fare un pochino di chiarezza sulla situazione. Prima di tutto al momento del preventivo dell'assicurazione occorre chiedere tempestivamente la questione del rinnovo. In base alle informazioni che verranno rilasciate dalla compagnia assicurativa scelta sul tacito rinnovo di questa o meno, si può chiedere che questa opzione venga tolta. In questo caso però occorrerà prestare la massima attenzione sulla scadenza dell'assicurazione, per non ritrovarsi ad averla non attiva e incorrere così a multe e anche piuttosto salate. Nel caso invece in cui si voglia fare la disdetta della propria assicurazione, basta recarsi presso la sede fisica della propria compagnia assicurativa o in caso di compagnia assicurativa online tramite e-mail, quindi informare delle proprie intenzioni. Bisogna comunque ricordarsi al momento della firma della polizza se questa prevedeva qualche clausola relativa a una penalizzazione in caso di disdetta prima del tempo. Inoltre bisogna diffidare o comunque prendere con le pinze certe pubblicità che propongono offerte assicurative che sono strategiche ma non completamente esaustive e, un utente distratto, potrebbe interpretarle nel modo meno opportuno. Per tutti questi motivi è sempre consigliabile al momento della firma del contratto per la propria polizza assicurativa, di prendersi qualche appunto e creare un'apposita cartellina dove inserire tutti i documenti, in modo che non ci siano incomprensioni con la propria compagnia. Dopotutto è sempre meglio prevenire che... Rinnovare!

Economia e finanza - Comunicablog