NEWS
Genertel pensa agli autocarri
Scritto il 2010-09-16 da Mac su Assicurazioni

La compagnia di assicurazioni Genertel propone polizze per veicoli pesanti. Prima di acquistare è possibile fare un preventivo gratuito su sito dell’azienda, scegliendo il veicolo da assicurare, sia esso un autocarro, un autocaravan, un rimorchio od un motocarro.
Se poi si acquista una polizza Genertel entro il 30 settembre 2010, si potrà partecipare al concorso che mette in palio 30 iPhone 4G.

Quixa, l'assicurazione online Auto e Moto del Gruppo Axa, diventa sempre più 2.0 e dopo essersi affermata tra i leader di settore con la figura rivoluzionaria del Consulente Personale per ogni cliente, fa ancora un passo oltre, lanciando in concomitanza del suo quinto anniversario QuixApp, ovvero un'app assicurativa dedicata agli automobilisti in viaggio. Con QuixApp, dunque, lo smartphone si trasforma in un vero e proprio assistente personale, in grado di fornire in tempo reale risposte a ogni eventuale esigenza e/o problema di percorso. Sviluppata da A-Tono Srl,  l'app da viaggio di Quixa si può scaricare gratuitamente su App Store e Google Play per i sistemi operativi iOS e Android e mette a disposizione degli utenti tre utility differenti, ovvero Sulla mia strada, Quixa è con te e Fai un preventivo, pensate per rendere più agevole il viaggio a chi guida, offrendogli tutta una serie di informazioni utili, come per esempio dove fare benzina e dove trovare assistenza in caso di malfunzionamento della vettura o danni. Scendendo nello specifico, attraverso il Consulente Personale Guido Sulla mia strada indica all'utente la dislocazione delle stazioni di servizio, dei centri Carglass, delle carrozzerie covenzionate, dei parcheggi e degli autovelox, fornendo in tempo reale i dati relativi al traffico e mostrando su una mappa i punti di interesse (ospedali, farmacie, stazioni ferroviarie e altri servizi utili), in virtù della partnership realizzata dal Gruppo con Via Michelin. Quixa è con te, invece, permette di contattare con un solo click Carabinieri, Polizia, 118 e il servizio clienti, mettendo ogni automobilista nella condizione di comunicare con esattezza e tempestività la propria posizione grazie al sistema di geolocalizzazione. Ma non solo: in caso di emergenza, infatti, l'utility mostra anche l'elenco delle carrozzerie convenzionate e dei centri Carglass più vicini. Da ultimo, Fai un preventivo consente di calcolare il costo della propria polizza, attraverso il sito mobile m.quixa.it.

Risparmio e investimenti - Finanzainmente

La necessità di una pensione privata integrativa a quella pubblica si fa sempre più sentire dagli italiani. L'incertezza degli enti pubblici, infatti, ha spinto molte persone a mettersi al sicuro con i servizi promossi da agenzie e intermediari privati. Pensionline di Genertel è uno dei piani assicurativi integrativi offerti dal mercato italiano. È attivabile rapidamente sia via telefono che online e presenta un'integrazione interessante per il proprio fondo pensionistico. La pensione privata Pensionline Genertel non ha costi di attivazione e di intermediazione, inoltre permette di usufruire di particolari agevolazioni fiscali: i premi sono infatti deducibili dal reddito imponibile fino al tetto massimo di 5.164,57 euro l'anno. A seconda delle vostre necessità e preferenze i versamenti, periodici e di importo personalizzabile, potranno essere impiegati nel Fondo LVA Azionario Previdenza e/o nella Gestione Separata Rialto. Volendo poi passare da una forma di investimento all'altra, l'opzione Life Cycle permetterà di farlo rapidamente e senza spese aggiuntive. Il versamento dei premi previdenziali è personalizzabile sia nella cifra sia nelle tempistiche di pagamento. Una volta raggiunta l'età pensionabile sarà possibile attivare una rendita vitalizia oppure avere il capitale maturato, secondo la legislazione inerente. Pensionline Genertel inoltre fornisce un servizio di assistenza professionale per i suoi clienti.

Risparmio e investimenti - Finanzainmente

Qual è il futuro delle Assicurazioni? A questa domanda tutt'altro che scontata ha risposto - o almeno ha provato a rispondere - il VI World Insurance Report 2013 (WIR 2013) realizzato da Capgemini ed Efma, con un'accurata analisi dell'attuale situazione del mercato e una circostanziata ipotesi sul suo sviluppo e le nuove tendenze, che confermano che i protagonisti indiscussi degli anni a venire saranno il canale Mobile e i Social Media. Ma che cosa ha portato a questa situazione? Secondo lo studio condotto da Capgemini ed Efma, il principale player di questa rivoluzione è la poco soddisfacente Customer Experience dichiarata dai clienti delle Assicurazioni. Su 6.500 utenti e 114 top executive di compagnie assicurative in 41 Paesi, Italia compresa, solo il 30% degli interpellati ha infatti giudicato "ottima" la propria esperienza, mentre il restante 70% ha trovato "fase del customer lifecycle, canale utilizzato e prodotto assicurativo", ovvero i tre parametri che definiscono il Customer Experience Index (CEI), poco soddisfacenti o del tutto insoddisfacenti. "I clienti che dichiarano un livello di soddisfazione non ottimale possono essere facilmente 'attratti' da un brand alternativo, anche a fronte di vantaggi minimali offerti", ha commentato il Vice President Insurance Practice Leader di Capgemini Italia, Raffaele Guerra, aggiungendo che in Italia, dove la quota di clienti che ha giudicato la propria Customer Experience "neutra o intermedia" è del 64%,  "gli assicuratori devono confrontarsi con il crescente bisogno del cliente di rapportarsi con la compagnia in modo efficace, immediato e multicanale". Ecco spiegata allora la nuova grande attenzione da parte delle Assicurazione al mondo Mobile e Social, con particolare attenzione per quei servizi ritenuti più importanti dai clienti per giudicare positivamente una compagnia e sceglierla, ovvero "accessibilità alle informazioni su prodotti e contratti", gestione dei Sinistri, preventivazione, "attivazione automatica di servizi" e "gestione in autonomia di variazioni contrattuali". Dunque, il canale di sviluppo futuro delle Compagnie di Assicurazioni sembra decisamente la Rete, con buona pace di chi non la ritiene sicura. Nonostante i vantaggi oggettivi del risparmio e della comodità delle polizze, sono molti infatti a non 'fidarsi' dei servizi online: un atteggiamento di sana diffidenza oppure una paura che non ha senso di esistere? Come per molte altre realtà, anche in questo caso la capacità (la voglia) di documentarsi e un po' di attenzione possono mettere al riparo da spiacevoli sorprese, tenendo comunque presente che il settore delle assicurazioni online è uno dei più normati e controllati del Web in Italia. Ad ogni modo, due requisiti da verificare subito per avere la certezza di non stare sottoscrivendo una polizza con una compagnia farlocca sono l'iscrizione della stessa all'ANIA, l'Associazione Nazionale tra le Imprese Assicuratrici, e l'osservanza delle norme dell'IVASS, ovvero dell'Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni. Se questi due parametri mancano, meglio stare alla larga dalle proposte della sedicente società assicuratrice. Infine, altre regole di buonsenso per stabilire la sicurezza di una compagnia/polizza sono una presentazione chiara e comprensibile delle offerte (e relativi contratti) e la presenza di un call center o comunque di un servizio clienti attivo e raggiungibile.

Risparmio e investimenti - Comunicablog

FINANZAINMENTE
NEWS